Social network: ecco la mappa dei più usati nel mondo


I social network fanno ormai parte della nostra vita quotidiana e chi non li usa per lavoro, vi dedica comunque una buona parte della propria giornata per fare nuove amicizie, trovare l’amore o, semplicemente, per svago.

Un evento importante della nostra vita sembra non avere più senso se non pubblichiamo una fotografia che lo immortala o se non lo celebriamo con un aggiornamento di stato. Sembra incredibile ma dagli Stati Uniti, all’Australia passando per il vecchio continente tutto il mondo, ormai, ragiona in termini di social network.

social networkMa quali sono i più diffusi? Per il momento è ancora Facebook ma la mappa globale sta velocemente cambiando. La rivoluzione di Zuckerberg ha ormai raggiunto 1,89 miliardi di utenti ed è il preferito in 119 in149 paesi del mondo ma il quadro globale è destinato a cambiare. Moltissimi gli aspetti che incidono dall’alfabeto utilizzato in una determinata nazione, alla tipologia di rete esistente, dalle cosiddette tools, a fattori legati soprattutto alla moda.

Il primo ostacolo in alcuni paesi per la diffusione di Facebook è soprattutto l’alfabeto; è questo uno dei motivi principali per cui l’iconcina blu continua a perdere terreno in particolare in quelle aree del mondo in cui, come detto, si utilizza un alfabeto diverso e più complesso.

In Russia, per esempio, il social più diffuso è Odnoklassniki mentre in alcune repubbliche baltiche e Vkontakte. Lo stesso sta accadendo in Cina dove il più famoso è Qzone e dove Facebook è praticamente finito nel dimenticatoio.

Qual è il preferito in Africa? Ogni nazione sembra averne uno che va per la maggiore. Instagram, viene segnalato come il social network più usato in Botwana, Mozambico, Namibia, Iran e Indonesia mentre nelle nazioni centralissime prevale LinkedIn. La motivazione, in questo caso, è presto detta: nei paesi in via di sviluppo (o anche sottosviluppati) l’accessibilità del web è garantita dagli strumenti mobile. Da lì, l’abitudine a utilizzare strumenti e canali essenzialmente mobile, come appunto Instagram.

A fronte di una crisi in quasi tutto il mondo di Twitter c’è ancora una nazione in cui il social ideato da Jack Dorsey tiene botta ed è il Giappone. Nel 2011 proprio grazie a Twitter il passaparola riuscì a salvare moltissime persone dal terremoto e da allora nessuno lo ha più abbandonato.

Insomma, Facebook è ad oggi il social network più diffuso ma il fatto che non sia il preferito nei paesi in via di sviluppo indica che presto la mappa globale è destinata a ribaltarsi.

Potrebbero interessarti

LEAVE A COMMENT