Facebook annuncia i nuovi guanti per la realtà virtuale


È stato prima il turno degli occhi, presto si passerà alle mani: proprio come in alcuni film di fantascienza, potremmo presto muoverci nella realtà virtuale interagendo direttamente con tutto quello che ci circonda.

Basterà indossare un paio di guanti. È questo il progetto messo in cantiere da Oculus, società di proprietà di Facebook che, dopo aver lanciato sul mercato Oculus Rift, il suo visore per la realtà virtuale, sta adesso lavorando su un paio di guanti grazie ai quali si potranno “afferrare” gli oggetti presenti nella simulazione virtuale.

guanti per la realtà virtualeHa svelarlo è stato proprio il fondatore di Facebook, e quindi proprietario di Oculus, Mark Zuckerberg, dopo aver pubblicato gli scatti della sua visita al laboratorio di ricerca di Oculus. Una foto lo ritrae proprio mentre sperimenta i guanti hi-tech.

Stiamo lavorando su nuovi modi per portare le mani nella realtà virtuale e aumentata – ha scritto Zuckerberg in un post sul social network. – Indossando questi guanti si può disegnare, scrivere su una tastiera virtuale e anche sparare ragnatele come Spider Man.

Nonostante però tutto l’entusiasmo di Zuckerberg, sembra che i nuovi guanti Oculus non arriveranno sul mercato in tempi molto brevi.

Gli Oculus Rift sono già la migliore esperienza di realtà virtuale che si può acquistare, ha comunque continuato l’imprenditore statunitense. La tecnologia in fase di sviluppo in questo laboratorio mi fa desiderare che il futuro arrivi molto prima.

Si spera insomma di fare quanto più in fretta possibile, ma i tempi sono ancora lunghi e ci vorrà ancora un po’ prima di poter interagire al 100% con la realtà virtuale.

Intanto i visori messi in commercio dalle maggiori case produttrici, dopo un discreto boom iniziale, sembrano aver perso la loro capacità di attrarre nuovi utilizzatori. Oculus Rift, HTC Vive e Playstation VR non sono più così tanto richiesti, come se la curiosità iniziale fosse andata sfumando in contemporanea con l’interesse dei produttori di videogiochi.

Nell’ultimo anno sono infatti usciti meno giochi “di simulazione” di quanto ci si aspettava, a conferma che le vecchie abitudini dei videogiocatori sono dure a morire e che, come periferica, il joypad resterà ancora a lungo la scelta prediletta per muoversi nella realtà virtuale.

Questo non sembra scoraggiare casa Facebook, pronta in ogni caso a lanciare sul mercato i nuovissimi guanti. Dovremo però aspettare qualche altro mese, se non qualche anno, per scoprire quale sarà l’impatto di questa nuova innovazione nel campo dell’hi-tech.

Potrebbero interessarti

LEAVE A COMMENT